Jblasa.com - Turismo Calabria - Guida Turistica Calabria

Santuario-Basilica della Madonna del Pettoruto a San Sosti

Categorie: Cosenza Tags: Visite: 986

È situato nella Gola formata dal fiume Rosa tra il Monte “Montea” ed il Monte “Mula” (Mappa).

È meta di pellegrinaggi durante tutto l’arco dell’anno ma soprattutto in settembre quando, nei giorni che vanno dall’1 all’8 settembre, giù a valle, in paese, si svolge la tradizionale millenaria fiera in onore della Madonna.

Il Santuario fu elevato a Basilica Minore da Papa Giovanni Paolo II nel 1979.

Rilevante è inoltre il legame con la Madonna del Pettoruto che hanno i devoti sparsi per il mondo. A San Isidro, in Argentina, esiste una comunità in onore alla Madonna del Pettoruto. Famiglie emigrate da San Sosti e stabilitesi in Argentina hanno continuato a praticarne il culto riproducendo le stesse ricorrenze. Altre comunità che si trovano in Canada e Stati Uniti, hanno portato con sé la fede verso la Madonna e le tradizioni sansostesi.

Una ricorrenza degna di nota è la festa della “Cinta”, che affonda le radici nel passato più remoto. La leggenda da cui prende spunto questa ricorrenza narra che, in un tempo immemorabile, la popolazione abitante i paesi confinanti con San Sosti venne colpita da tremende catastrofi (terremoti,epidemie di peste, ecc.) e per scampare a questi cataclismi pregò la Madonna del Pettoruto e fece voto; l’oggetto del voto fu una corda imbevuta di cera, che simboleggia il filo con cui la Madonna avrebbe cinto i paesi per proteggerli dalla devastazione.

Come in molti altri santuari d’Europa, ci si rifaceva all’avvenimento del 1008 a Valenciennes.

Condividi

Lascia un commento

Web Design WeBlasa

Iscriviti alla nostra mailing list

* indicates required

Copyright © Jblasa.com 2003 - 2018 | Design by WeBlasa.com | Theme: Jblasa by WeBlasa.com
X