Jblasa.com - Turismo Calabria - Guida Turistica Calabria

Parata Liberazione di Tropea del 1615 si è svolta con grande successo

Categorie: Vibo Valentia Tags: Visite: 1.223

Epigrafe celebrativa liberazione di Tropea 1615Anche quest’anno la IV edizione della Parata storica rievocante la Liberazione di Tropea del 1615 si è svolta con grande successo, in un tripudio di colori, entusiasmo e in un’atmosfera suggestiva.

L’Associazione storico-culturale “Libertas”, organizzatrice dell’evento ringrazia per il patrocinio morale la Regione Calabria e i comuni di Tropea, Parghelia, Zambrone, Zaccanopoli, Drapia, Ricadi, Spilinga. Il direttivo e i soci del sodalizio associativo desiderano inoltre esprimere il vivo plauso per l’ottima riuscita soprattutto grazie alla positiva sinergia con altre realtà associative.

L’UNICRAM e la sartoria teatrale “Stile d’epoca” di René Bruzzese hanno fornito gli sbandieratori “I Leoni Reali” e i costumi seicenteschi. Il gruppo Folk “Le Chiazzarole di Tropea” e gli attori di LaboArt hanno dato vita alla rievocazione dell’annullamento dell’atto vendita della città al Principe Vincenzo Ruffo con il corteo storico, la proclamazione dell’annullamento dell’atto di vendita, l’incoronazione dei giuristi, la festa di popolo e la lettura di poesie celebranti Tropea dal loggiato dell’Antico Sedile.

La Consulta delle Associazioni di volontariato di Tropea e del territorio ha offerto le targhe-premio: “Antichità” all’associazione storico-culturale “I tri da Cruci”; “Bellezza” all’Hotel Rocca Nettuno; “Nobiltà” al Centro di solidarietà “Don F. Mottola”; premio speciale allo storico Domenico Prostamo per aver di recente trovato presso gli archivi di Madrid documenti inediti inerenti al giurista Luigi Lauro, uno dei fautori dell’annullamento dell’atto di vendita.

Si ringrazia per la splendida esecuzione musicale il trio d’archi “Orpheus” che ha impreziosito con un repertorio classico le fasi salienti della manifestazione. Si esprime inoltre gratitudine all’Istituto d’Istruzione Superiore di Tropea e alla costumista Rita Mazzitelli per aver fornito i costumi del gruppo dei figuranti verso i quali rivolgiamo un sentito ringraziamento.

Il Club per l’UNESCO di Vibo Valentia e MedExperience hanno promosso e sostenuto l’evento con grande sensibilità volta alla valorizzazione delle risorse culturali del territorio. Si ringraziano inoltre l’Accademia degli Affaticati, tutti gli sponsor per la disponibilità dimostrata e il Corpo di Polizia Municipale di Tropea.

Infine, si comunica che l’associazione culturale “La Divina Tropea” ha offerto per l’occasione un pannello storiografico, tradotto in più lingue, sulla Porta di Mare e sul Bastione della Munizione, elaborato dall’associazione “Libertas”.

Associazione storico-culturale “Libertas”

Liberazione di Tropea del 23 agosto 1615
Il reale rescritto di Valladolid sanciva l’annullamento dell’atto di vendita che vedeva Tropea, da città libera e demaniale, infeudata al principe di Scilla Vincenzo Ruffo.

Una vittoria voluta da tutti i tropeani che, senza distinzione di ceto, reagirono unendosi contro l’illegittima decisione.

I giuristi Luigi Lauro e Ferdinando D’Aquino e l’abate Tommaso Giovanni Pelliccia furono i maggiori artefici di quella storica impresa per Tropea e per i suoi abitanti, un momento di coesione per raggiungere il primario obiettivo: la libertà della nostra terra e del nostro popolo.

I cittadini

Condividi

Lascia un commento

WeBlasa realizzazione siti web

Iscriviti alla nostra mailing list

* indicates required

Copyright © Jblasa.com 2003 - 2018 | Design by WeBlasa.com | Theme: Jblasa by WeBlasa.com
X