Turismo in Calabria - Guida Turistica della Calabria

La Notte dei Giganti 2019 13° edizione a Polistena

Chi sono i Giganti? Cos’è La Notte dei Giganti? Mata e Grifone, sono loro i GIGANTI che fanno parte dell’antica tradizione calabrese.
I due giganti, accompagnati dal frastuono e dal ritmo di tamburi e grancasse che annunciano a grandi e piccini che stanno per arrivare, sfilano durante le feste per le vie dei paesi calabresi. Durante il percorso danzano con innumerevoli giravolte l’uno intorno all’altro rapendo la fantasia di chi vi assiste.

Mata è la regina indigena e Grifone il saraceno venuto a depredare e saccheggiare.
Mata è bellissima, con carattere forte e deciso, appariscente e formosa con abiti colorati con sgargianti colori e vistose collane e grossi orecchini.
Grifone è il re turco con in evidenza il suo cappello o turbante scuro a volte sovrastato da delle piume, da enormi baffi o barba folta e nera e da pelle scura.

Nella leggenda popolare, allocata nel periodo storico in cui le coste calabresi erano continuamente attaccate dai saraceni che approdavano sulle coste depredandole di ogni cosa e dove le donne erano spesso viste come prede da non lasciarsi sfuggire, si narra che la regina venne rapita dal turco giunto dal mare.

Il ballo rituale dei giganti è il trionfo dell’amore che ha il culmine attraverso questa danza di corteggiamento. La danza si apre con infinite giravolte su se stessi sino a quando non si stringono sempre più fino ad avvicinare i due in un vorticoso abbraccio mentre il ritmo assordante e frenetico dei tamburi e delle grancasse ne evidenzia la gestualità e la frenesia.

A grandi e piccini piace farsi sfiorare dai due Giganti alti oltre 3 metri che rievocano nelle feste popolari una traccia di questo passato quasi ad esorcizzare e superare le paure collettive. Una sfida sia per gli stessi giganti che a loro volta si rincorrono e soprattutto per quei bambini terrorizzati dall’idea di essere afferrati ma che facendosi toccare o toccando i giganti riescono a superare definitivamente questa paura.

La Notte dei Giganti, la prima ed originale, è la più grande festa dedicata ai variopinti Giganti e si svolge a Polistena (RC); ha come protagoniste oltre 18 coppie di Giganti provenienti da tutta la Calabria, selezionate tramite Bando, e accompagnate da centinaia di tamburi, e grancasse.

Si svolge il secondo sabato di luglio di ogni anno, dal lontano 2007, su idea e progetto dell’Associazione Culturale “Arlecchino e Pulcinella”, che detiene i diritti esclusivi dell’evento, con la stretta e preziosissima collaborazione economica e logistica del Comune di Polistena e il supporto di Social Partner e Local Partner.

Per il 2019 l’evento si terrà il 13 luglio e per la prima volta, a fianco dei Giganti Major, ci sarà “La
Notte dei Giganti Junior” grazie al Progetto PON “CONOSCIAMOCI DANZANDO” a cura dei
bimbi della Scuola dell’Infanzia plesso bosco – Istituto Comprensivo “Marvasi-Vizzone” di
Rosarno.

La Città viene invasa dalla periferia al centro dai Giganti che con musica, feste e balli si perdono e
si ritrovano in tutti i vicoli della città. Le coppie raggiungono Piazza della Repubblica per preparare
il grande ballo finale che si tiene, da tradizione secolare, sul Piazzale Trinità dopo la mezzanotte.

Il programma dettagliato prevede:
dalle ore 17 – Piazzetta Bellavista: “La Storia di Mata e Grifone”

Ore 19.30 – Piazza della Repubblica: “GIGANTI IN MOSTRA”

Ore 21.30 – Piazza della Repubblica: Progetto PON “CONOSCIAMOCI DANZANDO” ballata a cura dei bimbi della Scuola dell’Infanzia plesso bosco – Istituto Comprensivo “Marvasi-Vizzone” di Rosarno

Dalle ore 21.45 balleranno per le vie e nelle Piazze della Città circa 40 coppie di Giganti tra le più
belle della Calabria.

Ore 00.30 – Piazzale Trinità: Gran Finale e conclusione de “La Notte dei Giganti 2019”

Mappa La Notte dei Giganti 2019 13a Edizione

Condividi

Lascia un commento

Web Design WeBlasa

Iscriviti alla nostra mailing list

* indicates required

Copyright © Jblasa.com 2003 - 2019 | Design by WeBlasa.com | Theme: Jblasa by WeBlasa.com