Bagnara Calabra patria della pesca del pesce spada

Bagnara Calabra, è una cittadina costiera sita in un’ampia insenatura a fasce che, per le sue stupende sfumature violacee che assumono le ombre dei monti circostanti sul mare, è conosciuta col nome di Costa Viola.

Impossibile non farsi rapire dalle infinite attrattive che questo piccolo angolo di Tirreno offre, sia a livello turistico e culturale.

L’economia di Bagnara è basata prevalentemente sulla pesca del pesce spada, sull’agricoltura (viticultura) e sul turismo.

A Bagnara si arriva uscendo dalla A3 (Scilla) e rientrando a (Palmi). La deviazione merita il tempo in più speso, per l’indimenticabile panorama che si può godere dalla parte alta del paese, verso lo stretto di Messina e la Costa Viola.

Centro della Costa Viola, posta in fondo ad un’ampia insenatura tra le colline che scivolano a strapiombo sul mare, gode di una splendida quanto peculiare posizione geografica, incastonata a guisa di anfiteatro in un semicerchio collinare, coltivato a vigneti, Bagnara Calabra si specchia sulle acque del basso Tirreno, con la visione ammaliante dello Stretto di Messina, dello Stromboli e delle isole vaganti di Eolo, che ne fanno allo sguardo del visitatore uno dei panorami più incantevoli d’Italia, secondo la descrizione di Eduard Lear, datata 1847.

Condividi
Vuoi aggiungere la tua attività su Jblasa.com, scrivi a: jblasa@jblasa.com

Lascia un commento

X