• Hotel la Bussola, Capo Vaticano

     

    Siti archeologici in Calabria

    Home » Siti archeologici in Calabria

    [vc_row][vc_column][vc_column_text]Le molteplici dominazioni in Calabria hanno fatto sì che la Calabria sia piena di luoghi d’interesse archeologico




    [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_basic_grid post_type=”post” max_items=”50″ grid_id=”vc_gid:1487342132217-32fb2c47-8b5f-4″ taxonomies=”156″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]

    Questa è una breve lista delle aree archeologiche divise per provincia:

    Provincia di Catanzaro
    Scolacium, situato in località Roccelletta di Borgia, confinante col quartiere Lido del comune di Catanzaro: Parco archeologico Scolacium;
    Terina nei pressi del quartiere Sant’Eufemia Vetere del comune di Lamezia Terme.

    Provincia di Cosenza
    scavi delle antiche città di Thurii e Sibari;
    scavi di Laos, nei pressi di Santa Maria del Cedro;
    Grotta del Romito a Papasidero: caverna preistorica con incisioni risalenti al paleolitico superiore;
    Blanda antica città rupestre, cui restano alcuni ruderi e testimonianze del luogo, alle porte di Tortora;
    Temesa, scavi nel territorio di Serra d’Aiello e Campora San Giovanni, luoghi di testimonianza dalla protostoria all’età medievale. Nel comune di Serra d’Aiello si trova il Parco Archeologico di Cozzo Piano Grande, dove è stata rinvenuta un’abitazione d’età brettia. Aperto al pubblico, durante tutto l’anno, l’Antiquarium archeologico comunale.

    Provincia di Crotone
    Kroton, oggi Crotone: Museo Archeologico Nazionale di Crotone dove sono conservati lo straordinario Tesoro di Hera con un eccezionale diadema d’oro, due vasi bronzei a forma di Sirena, la stele marmorea di Hera;
    Capo Colonna (Crotone, Tempio di Hera Lacinia, Museo e Parco archeologico;
    Scavi del Tempio di Apollo Alaios, a Punta Alice, nei pressi di Cirò Marina.

    Provincia di Reggio Calabria
    Rhegion oggi Reggio Calabria: parco archeologico Griso-La Boccetta con resti di templi arcaici, mura greche sul lungomare Falcomatà, mura greche sulla collina del Trabocchetto, mura greche sulla collina degli angeli, agorà/foro in piazza Italia, varie necropoli ellenistiche tra Santa Caterina e San Giorgio Extra, resti dell’Odéon di Reggio in via XXIV maggio, tomba ellenistica di via Tripepi, resti di un Athenaion sotto un bar del lungomare Falcomatà, resti di un grande impianto termale d’epoca romana sul lungomare Falcomatà;
    Locri Epizefiri, a sud dell’odierna Locri: tempio ionico in contrada Marasà, abitato in Centocamere, tempio di Zeus, Santuario di Persefone in contrada Mannella, necropoli in contrada Lucifero, necropoli in contrada Parapezza, necropoli in Contrada Faraone, Teatro greco in contrada Pirettina;
    Kaulon, nei pressi di Monasterace marina: base di un tempio dorico ai piedi del promontorio Cocinto vicino al mare;
    scavi di Medma, presso Rosarno;
    scavi di Taurianum, presso Taureana di Palmi;
    scavi di una villa romana in contrada Palazzi a Casignana;
    scavi di una villa romana Il Naniglio a Gioiosa Ionica;
    scavi di un teatro greco a Marina di Gioiosa Ionica;
    scavi in contrada Mella ed in contrada Palazzo ad Oppido Mamertina;
    parco archeologico ArcheoDeri in contrada San Pasquale a Bova Marina: sinagoga ebraica del IV e V sec. d.C.

    Provincia di Vibo Valentia
    Hipponion, oggi Vibo Valentia: mura della città greca in più punti, resti di un tempio dorico sul colle del telegrafo, resti di un tempio ionico sull’altura del Cofino, resti di un tempio dorico presso la Cava Cordopatri, resti di abitato romano in via XXV aprile e di un impianto termale nella contigua località Sant’Aloe;Dietro la Chiesa della B.M.V. del Rosari osono stati individuati i resti del teatro greco-romano; palazzo Inam resti di abitazioni romane e Necropoli greca (VII-III sec. a.C.); attuale oratorio Salesiano e Viale Kennedi palazzo Muschella: Necropoli greca (VII-IV sec. a.C.) e fornaci ellenistico-romane; altri rinvenimenti dalla preistoria al tardoantico in tutta la città;
    altri siti nella provincia: resti di un santuario extra-urbano individuato nell’area aeroportuale militare nel comune di Vibo Valentia, tracce di una villa romana in località Trainiti, presso Briatico; Santuario rurale in contrada Passo Murato sul Poro; Altri innumerevoli insediamenti di età protostorica e Classica sono stati localizzati ma sono tuttora da scavare.
    Torre Galli di Drapia: insediamento protostorico abitato fino al VI sec.a.C. Orsi portò alla luce parte della necropoli dell’età del Ferro e Arcaica;
    Tropea: tracce d’insediamento preistorico e protostorico; luogo di culto paleocristiano sotto la cattedrale; piazza duomo: tombe V-VI sec., fase con mura di un insediamento greco (Phroyrion), materiale protostorico;loc. Torre Lunga: luogo di culto e di sepolture paleocristiane; contrada Tondo: necropoli romana; contrada Cuntura tombe dell’età del ferro e del V-IV sec.a.C.;
    Nicotera: insediamenti greci, romani e tardo antichi nelle località: Colle Diale, San Faustina, Comerconi, piano dei Greci, San Francesco, Pugliesa, Sovereto, Casino Mortelletto.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

    Tropea TV Television
    X